TITOLETTO SOPRA DA FARCIRE CON KEYWORDS​Bamboo Restaurant

A pochi passi dal Duomo di Bolzano, il Ristorante Bamboo accoglie i suoi ospiti in un’atmosfera elegante e un design curato nei minimi dettagli. Fin dall’entrata, si percepisce l’armonia dell’ambiente, grazie all’onda di cubi di rovere che si estende dal soffitto fino a una delle sale principali.

La doppia curvatura del bancone bar, con una delle curve che si collega virtualmente al pass della cucina, aggiunge un tocco di sofisticata continuità al locale.

Bamboo Restaurant - Progetto: Studio Marastoni | Realizzazione e Management: Bonfante Interior Contractor

La collaborazione con lo Studio Marastoni e Gabriele Udella

Questo design, opera dello Studio Marastoni in collaborazione con Gabriele Udella, è il frutto di un’amicizia intrecciata tra le mura del ristorante e due sogni che si sono sovrapposti arrivando, infine, a realizzarsi con l’ultimo intervento, del 2023.

Shuxu Zhang, la proprietaria del Bamboo, apre il suo primo ristorante a Bolzano nel 2006, quando i ristoranti di cucina cinese e giapponese iniziano a fare la loro timida comparsa in Italia. Luca Marastoni diventa cliente del Bamboo, e da questo nasce una amicizia con la titolare che sceglie il suo studio per la ristrutturazione del 2013.

Il poco spazio a disposizione rappresenta una sfida per Luca Marastoni, Andrea Marastoni e Gianluca Hartner, soci dello studio, che non potendo esprimere le loro idee stilistiche a causa del poco spazio a disposizione, danno un’anima al locale sfruttando l’unico spazio libero rimanente: il soffitto.

Vengono così realizzati 1390 prismi di legno, che danno forma ad un’onda che decora e dà personalità al soffitto. Il desiderio di Luca Marastoni, risalente ai tempi dell’università, di progettare un ristorante di sushi è finalmente realizzato.

Nel 2023 Shuxu acquista il locale adiacente, e si sente pronta a realizzare il suo sogno: quello di avere un vero e proprio ristorante. Viene di nuovo coinvolto lo studio Marastoni, che questa volta ha a disposizione un ambiente più ampio, potendo quindi dare libero sfogo alla creatività e introducendo anche materiali diversi, come il bronzo.

L’ormai caratteristica onda di prismi di rovere è stata estesa verso il nuovo ingresso con l’aggiunta di 555 nuovi pezzi, mantenendo un’armonia estetica con il locale originale.

L’ingresso di Bonfante Interior Contractor nel progetto

Molte delle idee innovative del ristorante provengono da Gabriele Udella, che ha introdotto nel progetto anche Bonfante Interior Contractor, con cui aveva collaborato in passato.

"Per la complessità del progetto e per l'approccio olistico nella scelta dei materiali e delle lavorazioni, ho pensato che Bonfante fosse il partner corretto"

Quello che è stato apprezzato di più da parte della committente Shuxu e dagli architetti Luca e Gabriele, è stato l’impegno del team Bonfante durante la realizzazione; “Ci mancava la reale costruttività […] Alessandro e Alberto, dell’ufficio tecnico di Bonfante, ci hanno dato una grossa mano.

“Siamo riusciti a risolvere dei dettagli che immaginavo fossero fattibili, ma abbiamo avuto bisogno di loro per renderli fattibili davvero”, racconta Luca Marastoni nella video intervista.

“ Quando lavori con dei ragazzi che hanno voglia di fare quello che stanno facendo, è un piacere venire in cantiere”